Stai progettando un viaggio in Giappone e vuoi sapere quali sono i documenti necessari per poter partire tranquilli per il Giappone? Benissimo, questo articolo fa al caso tuo.

Ci sono regole diverse per gli italiani in viaggio in Giappone che si recano in Giappone per un soggiorno inferiore a 90 giorni e, invece, per un soggiorno superiore a 90 giorni.

Documenti necessari per il Giappone: soggiorno inferiore a 90 giorni

In breve per andare in viaggio in Giappone della durata inferiore ai 90 giorni hai bisogno dei seguenti documenti:

  • passaporto in corso di validità;
  • biglietto di ritorno.

Per soggiorni inferiori ai 90 giorni non è necessario munirsi di visto.

1. Passaporto valido

passaporto
Passaporto valido

Il passaporto è ovviamente un documento necessario per andare in Giappone, senza farai poca strada. E’ importante che il passaporto sia valido nel periodo di partenza e per tutta la durata del viaggio.

Ricorda che, quindi, la validità residua del passaporto deve essere di almeno 3 mesi.

Ricorda di portare con te sempre una fotocopia del passaporto in caso di smarrimento di quest’ultimo.

LEGGI: Quando andare in Giappone

2. Biglietto di ritorno

Biglietto aereo di ritorno
Biglietto di ritorno

Al momento dell’ingresso in Giappone bisogna essere in possesso anche del biglietto aereo di ritorno.

Inoltre, considera che all’arrivo ti chiederanno anche un’indirizzo e numero di telefono di riferimento (inserisci i dati del tuo primo hotel in Giappone) e ti verranno prese le impronte digitali e foto del volto.

Può anche essere richiesto di esibire contante sufficiente a coprire i costi della permanenza nel Paese (tieni presente che la disponibilità di una carta di credito non è ritenuta una garanzia di per sé sufficiente).

Documenti necessari per il Giappone: soggiorno superiore a 90 giorni

Per i cittadini italiani che si recano in Giappone per un periodo superiore a 90 giorni è necessario munirsi di un visto, che può essere richiesto presso l’Ambasciata giapponese a Roma o il Consolato giapponese a Milano.

In entrambi i casi, nel caso di violazione di queste regole o mancanza di passaporto, biglietto di ritorno e/o visto le Autorità di Immigrazione giapponesi possono negare ai turisti l’accesso al Paese.