Ecco la prima meta della rubrica ‘Un posto nel mondo’. Un viaggio alla scoperta del Madagascar e, nello specifico, del Parco Nazionale dell’Isalo.

Il Madagascar è un’ottima meta per chi ha voglia di esplorare, di conoscere nuove culture e di immergersi nella natura. Con un viaggio di due settimane avrete la possibilità di percorrere varie città dell’isola, partendo dalla capitale Antananarivo e spostandosi verso Nord o verso Sud.

In solitaria, in coppia, in gruppo, come volete!
Avrete semplicemente bisogno di poca roba e tanta voglia di conoscere.

LEGGI ANCHE: Le 10 città da visitare nel 2019

Il Parco Nazionale dell’Isalo: un’area naturale protetta tutta da scoprire

Tra le moltissime attrazioni da vedere in Madascar, la prima tra tutte che mi sento di suggerire è il Parco Nazionale dell’Isalo.

Questo parco è un’area naturale protetta del Madagascar, situata nella zona centro-meridionale dell’isola, nei pressi del villaggio di Ranohira nella provincia di Fianarantsoa.

Copre un’area molto vasta, circa 80.000 ettari, e grazie al suo alternarsi di paesaggi è tra i più affascinanti parchi del Madagascar. L’attrattiva principale di questo parco è infatti la variabilità di paesaggi che offre, ricchi di enormi formazioni rocciose modellate dal vento, canyon, gole, piscine naturali, pianure, praterie, zone aride che ricordano la savana africana. La vegetazione include diverse specie endemiche, mentre la fauna comprende varie specie di primati, anfibi, rettili e uccelli.

Il massiccio di arenaria che caratterizza il parco risale al giurassico ed è stato scolpito nel tempo da acqua ed aria, come dimostrano le conchiglie che si possono osservare all’interno dei massi.

Prestate attenzione perché, coperte di sassi, tra le rocce, potete scorgere le tombe dei Bara, la popolazione che abita la zona, e spesso vicino troverete cumuli formati da pietre che vengono lasciate dai viandanti che si avventurano all’interno del parco, simbolo di protezione e gesto di ringraziamento nei confronti degli antenati.

Un’attrazione del parco è la finestra dell’Isalo, un rettangolo tra le rocce che per qualche minuto offre uno spettacolo mozzafiato, inquadrando il sole che infuoca la savana mentre tramonta.

Parco Nazione dell'Isalo nel cuore del Madagascar
Parco Nazione dell'Isalo nel cuore del Madagascar

Personalmente ho dedicato un’intera giornata al parco, ma si ha la possibilità di scegliere tra diversi percorsi e in quanti giorni praticarli. Basta un paio di scarpe da trekking per immergersi in questi splendidi paesaggi!

Tramite determinati percorsi raggiungerete anche zone più in basso all’interno dei canyon, dove troverete aree meravigliose, ricche di verde, cascate, piscine naturali e sabbia! (l’acqua è sempre molto fredda, ma volendo potete immergervi senza problemi).

Inoltre si ha la possibilità di pranzare all’interno del parco, in aree apposite, seduti su rocce o tavolini di legno. Occhio però!

Siete circondati da lemuri anche se non li vedere, pronti a rubarvi qualsiasi forma di cibo non appena vi distraete.

Parco Nazione dell'Isalo nel cuore del Madagascar

Viaggio in Madagascar: quando andare?

Consiglio di visitare in Madagascar nel periodo che va da Marzo a Settembre, per evitare la stagione delle piogge.
Inoltre, è importante informarsi sul ‘problema malaria‘!

Potete organizzare da soli il vostro viaggio ma consiglio di rivolgersi ad un’agenzia che vi aiuterà sicuramente dal punto di vista organizzativo e sanitario e vi darà la possibilità di essere più tranquilli tra i vari spostamenti.

Vi aspetto in un nuovo articolo della rubrica ‘Un posto nel mondo’, dove tratterò di luoghi che ho visitato personalmente, cercando di scatenare in voi la voglia di visitarli al più presto!