Tra vie infinite, piazze, musei, locali Madrid è una città che va visitata. La capitale spagnola soddisfa infatti tutti i gusti, col suo mix di antico e moderno.

Noi abbiamo scelto il week end di capodanno, dal 31 al 3, che regala un atmosfera magica. Ovviamente in 3 giorni è quasi impossibile vedere tutte le meraviglie che la città ha da offrire, ma sicuramente non resterete delusi.

Capodanno a Madrid

Weekend a Madrid: Una passeggiata nel centro storico

Sicuramente imperdibile è il centro storico di questa magnifica città. Uscendo dalla metro Sol vi troverete nel punto centrale di Madrid. Ovviamente parlo di Puerta del Sol, snodo principale attorno al quale partono infinite vie una più bella dell’altra. Qua potrete ammirare la famosa insegna “Tio Pepe”, la più antica della città, ma anche il “kilometro zero” e l’ “Oso y le Madroño”, ovvero L’orso e il corbezzolo che è il simbolo per eccellenza della città.

Per quanto riguarda la sera di capodanno vi consiglio vivamente di prenotare uno dei pochi ristoranti che restano aperti. La maggior parte dei locali la sera di capodanno sono chiusi e i turisti a partire dalle 20 iniziano a mettersi in coda per poter entrare in Puerta del Sol, fulcro che capodanno madrileno, che per l’occasione viene chiusa con un limite di 20mila persone. Il mio consiglio è quello di andarvi a rifugiare alla Cioccolateria San Ginés, la cioccolateria storica della città. Non fatevi spaventare se trovate della coda, perché in realtà sono molto veloci nel servizio. In questa caratteristica location dovete assaggiare i churros con la cioccolata calda, uno dei dolci preferiti degli spagnoli.

Madrid probabilmente è la città con più piazze che io abbia mai visto fin’ ora. Non potete perdevi Plaza Mayor, Plaza de Espana, Plaza de Toros los Ventas e tante tante altre!

Da Plaza de Espana parte Gran Via, altro simbolo di Madrid. Qua troverete moltissimi negozi e teatri. Personalmente ho preferito Calle Alcalá, la via più lunga della città. Ma fidatevi che in ogni caso non resterete delusi. Vi consiglio inoltre di tenere lo sguardo in su! Potrete ammirare delle architetture spettacolari. Ubicato tra calles de Alcalá e la Gran Vía sorge uno degli edifici più belli di Madrid: il Círculo de Bellas Artes, dichiarato patrimonio artistico. Oltre alla magnifica architettura, il suo punto forte è il belvedere sul tetto. Con soli 4 euro infatti potrete godere di una bellissima vista sulla città. Per un’altra magnifica vista vi consiglio di recarvi al Tempio di Debod. Situato a Parque de la Montaña, l’ora migliore è sicuramente il tramonto.

Se volete portarvi a casa un souvenir curioso vi consiglio di andare da “La Violeta”. In questo piccolo negozio in Plaza de Canalejas vendono caramelle al gusto violetta in ogni formato, deliziose!

Weekend a Madrid: Musei e arte

Come ogni capitale europea che si rispetti, anche Madrid è piena di fascino architettonico, arte e cultura. E qua è impossibile restare delusi, infatti la città offre alcuni dei musei più famosi, belli e importanti del mondo. Il mio consiglio è quello di prenotare tutto online, in modo da evitare le classiche code infinite.

Primo tra tutti ovviamente il museo del Prado, che per gli amanti della storia dell’arte rinascimentale e moderna è un vero gioiello, oltre ad essere uno dei musei più importanti del continente. Tra le sue magnifiche sale espositive ospita una collezione inestimabile, tra dipinti, disegni, sculture e stampe. È difficile non emozionarsi davanti alle meraviglie di alcuni dei più importanti autori spagnoli, come Goya, Velázquez, El Greco. Non bisogna dimenticarsi però di tutti gli altri artisti ospitati nel museo, tra cui autori fiamminghi come Rubens, Bosch, van Dyck e moltissimi italiani come Raffaello Sanzio, Beato Angelico, Caravaggio, Botticelli e Parmigianino.
Il museo è aperto dal lunedì al sabato dalle 10 alle 20, mentre domenica e festivi fino alle 19. Il biglietto intero è di 15 euro, ma per i minorenni e per studenti fino a 25 anni è gratuito (bisogna ricordarsi il tesserino universitario).  Le fermate della metro più comode sono Banco de España, linea 2 e Atocha, linea 1. Ricordate che la visita del museo vi terrà occupati una mezza giornata intera.

Museo del Prado

Altro punto di grande interesse artistico è ovviamente il Museo Nacional Centro de Arte Reina Sofía. Ovviamente il museo è diventato famoso per ospitare l’opera “Guernica” di Pablo Picasso, opera sicuramente imponente. Ma le sale del Reina Sofía ospitano una bellissima collezione di arte spagnola moderna e contemporanea. C’è chi dice che sia una sorta di prolungamento del Prado pure. Tra gli artisti spagnoli più importanti ci sono Salvador Dalì, Mirò, Juan Gris. Altri artisti molto importanti presenti in collezione sono Francis Bacon, Vassily Kandinsky, Georges Braque, René Magritte, Mark Rothko, Roy Lichtenstein e moltissimi altri.
Il museo rispetta i seguenti orari: il lunedì e dal mercoledì al sabato è aperto dalle 10 alle 21, la domenica e i festivi dalle 10 alle 19. I giorni di chiusura sono 1 e 6 gennaio, 1 e 15 maggio, 9 novembre, 24, 25 e 31 dicembre. L’ingresso intero costa 10 euro. Per i minorenni e gli studenti sotto i 25 anni, come per il Prado, è gratis. Gli ingressi gratuiti per tutti sono lunedì dalle 19:00 alle 21:00, da mercoledì a sabato dalle 19:00 alle 21:00 e domenica dalle 13:30 alle 19:00. La metro più vicino è Atocha, linea 1. Una piccola curiosità che forse non tutti sanno è che il museo è costruito in un ex ospedale risalente alla fine del XVIII secolo.

A chiudere il triangolo dei musei principali di Madrid c’è il Museo Thyssen-Bornemisza, che va a riempire i “buchi” artistici lasciati dai due musei precedenti. Il museo offre ai suoi spettatori una delle collezioni private più grandi al mondo, con opere che toccano movimenti come l’impressionismo, l’espressionismo, costruttivismo e opere risalenti al medioevo. Ubicato nel magnifico Palazzo di Villahermosa, si possono ammirare alcuni dei capolavori di artisti come Salvador Dalì, Hopper, Van Gogh, Degas, Manet, Renoir, Monet, Cezanne, Tiziano, Raffaello e Caravaggio.
Il museo è aperto il lunedì dalle 12:00 alle 16:00 mentre da martedì a domenica dalle 10:00 alle 19:00. Per gli adulti costa 13 euro, per over 65 e studenti 9 euro e per i minori di 12 anni e disoccupati è gratis. Il museo è gratis anche il lunedì dalle 12 alle 16. La metro più vicina è Banco de España, linea 2.

Per la città si possono ammirare moltissimi altri musei, che possono accontentare veramente chiunque. Io consiglio inoltre una visita al Palacio Real, imponente architettura residenza ufficiale della famiglia reale spagnola, che ormai viene usato solo più per le cerimonie e conferenze. Il tour all’interno comprende la visita all’armeria, i saloni ufficiali ancora oggi molto ben conservati, la farmacia reale, la sala del trono e in più è possibile ammirare i tesori del re, tra cui scettro e corona.
Il palazzo è aperto tutti i giorni. Da ottobre a marzo dalle 10 alle 18, mentre da aprile a settembre dalle 10 alle 20. Essendo ancora la sede per cerimonie ufficiali il palazzo può restare chiuso alcuni giorni senza grande preavviso, il mio consiglio è quello di guardare il calendario degli eventi che si trova sul sito ufficiale. Il biglietto costa 11 euro, mentre il ridotto per studenti e over 65 è di 6 euro. La fermata della metro più comoda è Ópera, linee 2 e 5.

Parco del Retiro

Se si cerca un po’ di tranquillità all’interno di una grande città non si può che non cercare un parco. Il più famoso di Madrid è sicuramente il Parque del Buen Retiro, o semplicemente Parco del Retiro, un oasi di verde all’interno del caos madrileno cosparso di monumenti e statue ognuna diversa dall’altra e ognuna sicuramente particolare.

Il parco si trova a est del centro della città. Essendo molto grande, sono 125 ettari, ci sono molti punti di accesso e quindi sono molti i mezzi pubblici con cui si può raggiungere il parco. Con la metro le fermate sono Banco de España, Retiro, Atocha o Ibiza. Il parco è aperto tutto l’anno da aprile a settembre dalle 6 a mezza notte, mentre da ottobre a marzo dalle 6 alle 22.

Palacio de Cristal al centro del Retiro

Uno dei punti di interesse è sicuramente il lago, luogo in cui si combattevano battaglie navali un tempo. Facilmente raggiungibile da Puerta de Alcalá, uno scorcio molto bello di Madrid, qua potrete noleggiare una barca a remi per un modico costo di circa 6 euro, sicuramente molto divertente per i bambini. Ma sicuramente gli occhi di tutti saranno catturati dall’imponente monumento ad Alfonso XII, una statua equestre posta al centro di un maestoso colonnato che abbraccia un lato del lago. Vale poi la pena visitare due bellissimi palazzi: Palacio de Velázquez e Palacio de Cristal. Il primo è un imponente edificio in mattoni rossi e una copertura in ferro e vetro. All’interno vengono spesso allestiste delle mostre in collaborazione con il Centro de Arte Reina Sofía. Il Palacio de Cristal invece è un imponente struttura di ferro e vetro che si ispira al Crystal Palace di Londra. In principio era usato come serra, ora è la sede di molte esposizioni temporanee. Queste sono solo ovviamente alcune delle cose che potrete ammirare in questo vastissimo parco e io vi consiglio di tenervi un pomeriggio buono per poterle ammirare tutte al meglio.

Weekend a Madrid: Tapas e cerveza

Quando parlo di un mio viaggio non riesco a non parlare di cibo! L’esperienza gastronomica è una parte fondamentale per ogni viaggio che si rispetti. E a Madrid il buon cibo sicuramente non manca. Tra tapas, bocadillo e cerveza ogni palato sarà accontentato. Essendoci fermati solo per pochi giorni non abbiamo potuto provare tutto ciò che avremmo voluto, ma comunque vorrei consigliarvi qualche posticino.

Prima di tutto i mercati! Da sempre sono i miei posti preferiti dove poter pranzare in città. Noi ne abbiamo provati due. Il primo è il Mercado di San Antòn, che si snoda su tre piani. Nei primi due potrete comprare e assaggiare delle vere delizie della gastronomia madrilena. Al terzo piano, ovvero sul tetto, si trova un bellissimo ristorante con una vista altrettanto stupefacente. Il secondo invece è il Mercado di San Miguel, mercato centrale che si trova nel cuore di Madrid. Battezzato il tempio gastronomico della città, qua troverete alcune tra le migliori tapas della città, con grande varietà di scelta che va dalla carne al pesce fino ai dolci e al vino, il tutto a prezzi molto vantaggiosi.

Sempre restando sulle tapas a Madrid è pieno di posti meravigliosi in cui scoprire questa fantastica cultura del “piattino”. Il primo posto che vi consiglio è El tigre sidra bar. Sicuramente molto spartano, ma anche molto giovanile offre buonissime tapas a prezzi competitivi. Come ho già detto come locale è molto semplice, ma per un pasto veloce è perfetto.
Se invece volete un posto un po’ più chic vi consiglio Vi Cool Bar, un locale non troppo grande ma comunque particolare in centro che serve ottime tapas sia di mare che di terra, e fidatevi che sono veramente tante quelle tra cui scegliere. Il piatto forte secondo me? Dei piccoli panini neri con calamari, assolutamente deliziosi e da provare. Anche i dolci sono ottimi.

Tapas di pesce da Vi Cool

Altri due posti, leggermente più cari e più eleganti sono invece La Pecera e Los Montes de Galicia. Il primo è il ristorante-bar presente all’interno del Círculo de Bellas Artes, al pian terreno. Un locale raffinato con enormi finestre, giganteschi lampadari di cristallo e pareti intere affrescate, è secondo me un ottimo posto dove prendersi una pausa. Los Montes de Galicia invece è uno splendido ristorante nel quartiere di Salamanca. Magari non è proprio vicino al centro, ma vale la pena di una cena per la cortesia del personale e l’ottima cucina. Essendo frequentato molto anche dai locali vi consiglio assolutamente di prenotare.